Il dolce orrore nella scena perfetta

4 Dicembre 2016 1 commento

Il linguaggio cinematografico, come la scrittura, rivela a volte in maniera diretta a volte con un dolce inganno.

In questa sequenza del film “Cabaret” di Bob Fosse (Usa 1972) viene proposto un giovane ragazzo dal viso dolce e morbido che intona una canzone. La canzone in questione è “Il domani appartiene a noi” ed è diventata un inno nazista.

La genialità della scena, seppur la situazione trattata nel film può averla in parte presentata, sta nel fatto che all’inizio viene inquadrato solo il volto del giovane ragazzo. E ‘ un volto che infonde gioia, bellezza, purezza. Dopo qualche secondo però la macchina da presa scivola verso il basso andando a scoprire la svastica nazista. Tutto cambia.

Sui volti dei presenti si alternano scie di nazionalismo e profondi turbamenti. Molti seguiranno il canto che diventa sempre più impetuoso, qualche vecchio signore invece si accascia affranto prevedendo tempi non facili.

Il volto del ragazzo è ora deciso, potente, superbo. Il nazionalismo si insinua nelle note e il canto diventa qualcosa da cui andare via se proprio non si è d’accordo con quanto accade.

Bob Fosse è un regista molto valido per film dove le coreografie fanno la parte del leone. In questa scena denota una grande capacità di linguaggio cinematografico seguendo quelle che sono le regole semplici della messa in scena: insinuare, proporre, ingannare, svelare, definire.

 

Video importato

YouTube Video

Categorie:Cinema Tag:

Scrivanie infinite

10 Novembre 2016 Commenti chiusi

Ogni tanto, un film, un regista, uno scenografo sentono il bisogno di rendere surreale un luogo banale come un ufficio.

Una sequenza infinita di scrivanie si snoda sullo schermo in una scena che difficilmente verrà dimenticata.

Non c’è una regola sulla storia trattata, non c’è un filo conduttore delle storie se non quel Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

cinema e matematica

14 Ottobre 2016 2 commenti

Qualche anno fa è uscito un libro che mi ha incuriosito molto. “Numeri immaginari” di Michele Emmer. Quando poi ho letto il sottotitolo “cinema e matematica” l’interesse è decisamente aumentato.

Michele è figlio del regista Luciano Emmer. I conti tornano quindi!

Numeri e immagini. Solo adesso mi rendo conto di Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

bianco, nero, colore

25 Settembre 2016 6 commenti

Nel film “Frantz” (2016), il regista Françoise Ozon ha deciso di girare in bianco e nero.

Accade spesso. A volte per vezzo o per nostalgia. Qualche volta con genialità.

Si gioca con il cinema, con lo spettatore, con l’arte.

Accade anche che Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

free cinema inglese

15 Dicembre 2013 Commenti chiusi

 

Il Free cinema (cinema libero) fu un movimento cinematografico inglese, culturale, sociale e politico (esplicitamente di sinistra) degli anni cinquanta e sessanta del XX secolo, di forte contestazione del cinema britannico dell’epoca, inserito nel più ampio contesto internazionale delle Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Hitchcock touch

28 Ottobre 2013 1 commento

 

E’ nei dettagli, nelle esche, negli oggetti e nel modo di tenere alta la suspence che ritroviamo la grandezza di Hithchcok. La sua filmografia è disseminata da piccoli momenti in cui passaggi apparentemente secondari diventano i pilastri delle storie raccontate. La capacità di miscelare suspence e humour, leggerezza e intrigo è ben rappresentato da Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Erano in 600…

9 Giugno 2013 Commenti chiusi

 

La battaglia di Balaclava (o Balaklava)  fu combattuta il 25 ottobre 1854 e fu un episodio-chiave della guerra di Crimea che vide le forze alleate del Regno Unito, della Francia e dell’impero Ottomano contro la Russia. Fu il primo dei due tentativi della Russia di rompere l’assedio si Sebastopoli, attaccando il campo britannico di Balaklava, importante base di rifornimento, e prendendo alle spalle le forze assedianti. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Schiaffo di passione

9 Maggio 2013 Commenti chiusi

Nelle terre fangose delle piantagioni di caucciù in Indonesia passioni e tradimenti turbano i giorni piovosi di Dennis Carson (Clark Gable). Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Jan Švankmajer

30 Aprile 2013 Commenti chiusi

Nel fragile confine tra l’immaginario ed il reale è facile imbattersi nel mondo di Jan Švankmajer.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Passione napoletana

1 Aprile 2011 1 commento

passione1

John Turturro si è affacciato alla finestra a guardare Napoli. Anzi si è messo ad ascoltarla. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Uno, nessuno….tanti.

11 Marzo 2011 2 commenti

3888cc69cdbe837899c88f9c14f3dfba_medium

Il cinema è fatto di facce. Un film ne può contenere centinaia ma non tutte saranno da ricordare.

Di recente ho rivisto “La fuga” di Delmer Daves (Usa 1947) con Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Ah…l’amour!

25 Febbraio 2011 Commenti chiusi

scandalo

Non sono poi così rigide e integerrime!

Siano esse inviate a verificare l’integrità di agenti governativi o di truppe dell’esercito,   le protagioniste di due deliziosi film restano intrappolate in affari di cuore. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Povera libertà

9 Febbraio 2011 1 commento

statualiberta33

I simboli, si sa, sono le espressioni di un linguaggio che, tramandando nel tempo il significato dei valori, contraddistinguono la storia degli uomini. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Le amiche di Pedro

28 Gennaio 2011 Commenti chiusi
invitate

Parla con lei

Ama talmente tanto le sue attrici che le invita anche durante le feste che si svolgono in altri film.

Marisa Paredes e Cecilia Roth, che avevano recitato nei precedenti  ”Il fiore del mio segreto” e “Tutto su mia madre”, le ritroviamo ad ascoltare Caetano Veloso nella raffinata esecuzione che si può ammirare in “Parla con lei”. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Coniugazioni postume

11 Gennaio 2011 Commenti chiusi

viale1

La voce del narratore (fuori campo) si orienta in tre modi diversi. Riferendosi al corpo trovato in piscina: “Hanno trovato il cadavere di un giovanotto nella piscina di una villa….” Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Passioni fatali

18 Dicembre 2010 3 commenti

davis

“Le donne erano sole” (The Unfaithful) è uno strano titolo e allora la curiosità mi ha spinto a saperne di più. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Orson Welles e Rita Pavone?

3 Dicembre 2010 3 commenti

image001

L’accostamento è quantomeno improbabile. Che cosa potrebbe mai unire insieme il mondo di Orson Welles e le canzoni di “Rita la zanzara”. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Innocenza… Fonda(ta)

13 Novembre 2010 2 commenti

Il ladro

Innocente.  Senza dubbio!

Sarà per caso o per scelta, ma quel viso, quegli occhi trasmetteno  innocenza e giustizia. Ed anche se Henry Fonda ha spesso rivestito ruoli non “morbidi”, non riesco a non associarlo al concetto di giusto. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Silenzio, si rapina!

30 Ottobre 2010 3 commenti

rififi1

Nel 1954 Julian Dassin gira uno dei noir francesi  più belli. Si tratta di “Rififi” con Robert Manuel e Jean Servais.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

L’apparenza inganna

16 Ottobre 2010 6 commenti

luci della città

In “Luci della città” (Usa 1931) il vagabondo  Charlie Chaplin/Charlot incontra una fioraia cieca (Virginia Cherrill), che lo crede Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Due per quattro

5 Ottobre 2010 2 commenti

nicholson

I percorsi a ritroso, che a volte sono indotti quasi necessariamente da opere contemporanee, spesso nascondono moltre sorprese e addirittura rafforzano idee e immagini. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Psycoinserti

19 Settembre 2010 1 commento

psi1

La tentazione di girare  in un flm di Hitchcock è fortissima e, senza lasciarsi prendere la mano,  si può fare anche senza stravolgere storia e sequenze. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Pelle blu

4 Settembre 2010 4 commenti
krishna

krishna

Il cinema è il nostro “avatar”, la nostra continua reincarnazione. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Geniale Jean

19 Giugno 2010 Commenti chiusi

bandiera

E’ uno dei film più rivoluzionari della storia del cinema. Il suo regista, nella sua breve vita, è stato semplicemente un genio. In “Zero in condotta” (Francia 1933) la bandiera della “ribellione” viene affidata ad un gruppo di ragazzini in un austero collegio. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Suspence geometrica

9 Giugno 2010 1 commento

fiamma

-(Walter) Dove sei?

-(Phyllis) Alla drogheria dirimpetto…vengo su?

-(Walter) Si ma prudenza. Guardati attorno.

E’ il dialogo telefonico tra Fred MacMurray e Barbara Stanwyck in “La fiamma del peccato” di Billy Wilder (Usa 1944). Lei sta per arrivare a casa sua. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

La religiosità del dubbio

29 Maggio 2010 2 commenti

Lo cerco dappertutto

La fragilità di un’esistenza contraddittoria, quella sensazione continua e tormentata di muoversi tra sacro e profano, tra verità e dubbio. Esce un libro “Lo cerco dappertutto” di Gabriella Pozzetto che  ruota intorno al “Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini (1964) un  film giudicato dalla critica la miglior pellicola mai girata su Cristo anche se Pasolini non crede che Cristo sia il figlio di Dio, ma crede che in lui l’umanità sia così alta, pura e rigorosa, da essere divina.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Rabbit!

18 Maggio 2010 2 commenti

Harvey

Harvey

Che ha di tanto magico e misterioso la figura di un coniglio? Come mai li ho trovati casualmente nel vedere due film diversi? Non mi so dare una risposta ma mi riprometto di approfondire la cosa. Chissà che non scopra cosa si nasconde dietro la figura di questo simpatico animale.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Impiegato Renato

7 Maggio 2010 Commenti chiusi
Il cappotto

Il cappotto

Un modesto impiegato e un semplice scrivano. Incompreso ed onesto. Piccolo ma dal cuore grande.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Con quella faccia…

29 Aprile 2010 2 commenti

Peter_Lorre

“Con quella faccia, dovresti fare l’attore”.

In genere si dice a chi ha un bell’aspetto, un fisico statuario o una grande capacità di divertire.  Poi accade che i volti più intriganti del cinema sono  quelli che ritroviamo in storie maledette e intricate dove è avvincente la lotta tra bene e male.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Io, Jean Gabin

19 Aprile 2010 2 commenti
Io, Jean Gabin

Io, Jean Gabin

Il pretesto per ricordare Jean Gabin viene fornito dal libro di Goliarda Sapienza uscito di recente. Il protagonista di riferimento è la figura leggendaria dell’indimenticato film di Julien Duvivier “Pépé le Moko” del 1937.

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

In riva al mare

9 Aprile 2010 Commenti chiusi
il petroliere

"il petroliere"

Cinema e pittura.

Un legame indissolubile fatto di rimandi continui. L’immagine fissa del quadro che si materializza nel fotogramma rallentato del film. A volte l’una indirizza l’altra ed entrambe danno forza allo stesso significato. I casi nel cinema sono infiniti. E ci ritorneremo più volte sopra. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Monolocation

1 Aprile 2010 3 commenti
nodo alla gola

Nodo alla gola

Hitchcock una volta disse che per girare un film gli sarebbe bastata una cabina telefonica. Ebbene, non solo lo ha detto ma praticamente lo ha fatto. E non solo una volta. I film dove il mitico Alfred ha attuato questa sua ossessione potrebbero essere addirittura tre. In “Nodo alla gola” (Rope) del 1948 conosciuto anche con il titolo “Cocktail per un cadavere”, Hitchcock gira un unico piano sequenza di 80 minuti in una sola stanza. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

Bellissime

21 Marzo 2010 Commenti chiusi

 

Elsa Martinelli e Antonella Lualdi

Elsa Martinelli e Antonella Lualdi

La sequenza con la mdp fissa sul volto delle protagoniste dura poco meno di un minuto. Nella scena precedente si accapigliavano per strada ma ora, tra le due donne, c’è una complicità ritrovata. Chiacchierano e fumano  in macchina mentre aspettano due balordi che le hanno “caricate” da poco dal marciapiede dove facevano la loro “vita”. Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema, Cinema Tag: